in Libri & Riviste 📚

La libera scelta è a ben vedere una scelta consumistica.

“Ogni epoca definisce la libertà in maniera diversa. Nell’antichità, libertà voleva dire non essere schiavi. Nell’epoca moderna la libertà viene interiorizzata quale autonomia del soggetto. È libertà di azione. Oggi tale libertà di azione sprofonda nella libertà di scegliere e consumare. L’uomo senza mani del futuro si dedica a una «libertà in punta di dita»: «I tasti disponibili sono cosí numerosi che i miei polpastrelli non potranno mai toccarli tutti. Per cui ho l’impressione di scegliere in piena libertà». La libertà in punta di dita si rivela un’illusione. La libera scelta è a ben vedere una scelta consumistica.”

Byung-Chul Han, Le non cose

Da una segnalazione di Luca, che ringrazio per la condivisione.

Dimmi la tua!

Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.