letture suggerite del 19 maggio 2024

[^1] con ⁠ 7500 stai bene… se vuoi dimagrire devi camminare più di 40 minuti (il tempo medio in cui il glicogeno del fegato viene consumato ) da quel momento si comincia a bruciare grasso. ⁠

del potere e dei limiti dei dati nello svelare il mondo

Mi sono imbattuto per caso in questo talk presentato da Donata Columbro durante l’edizione del TEDx Cuneo di giugno 2021.

Anche se a mio avviso la presentazione poteva essere organizzata ‘meglio’ a livello espositivo per una miglior narrazione, in un’ottica di portare lo spettatore più agevolmente alla conclusione / tesi proposta, il contenuto proposto è di tutto rilievo per cui eccomi qui a proporti la visione e a sottolineare la chiosa finale dell’intervento stesso:

Proviamo a non avere fretta davanti a una notizia, un’infografica.

Verifichiamo sempre le fonti. Confrontiamo i punti di vista, cercando di scoprire qual è il motivo che ha portato quell’Ente, quel Partito a raccogliere certi dati, quel giornale a divulgarli.

È interesse pubblico opuure serve a perpretare nuove ingiustizie, a rafforzare il potere. I dati ci svelano l’invisibile, ma serve tutta la nostra attrnzione perché ci aiutino a cambiare il mondo in meglio.

Donata Columbro

Letture suggerite del 4 aprile 2021

Letture suggerite del 27 settembre 2020

letture suggerite del 12 febbraio 2020

  • The Basecamp Guide to Internal Communication – Basecamp è una delle realtà imprenditoriali “sul web” che più ammiro. Hanno un modello di business unico, e in questo articolo condividono il loro metodo di lavoro in merito alla comunicazione interna. Una lettura super-interessante;
  • The Evil List – In questa lista sono riportate 30 aziende tech che con i loro comportamenti danneggiano noi cittadini (ed il ‘mercato’). Alcune per me sono state una sorpresa (nel senso che mi aspettavo altri tipi di scorrettezza, non quelle elencate);
  • Ligatures in programming fonts: hell no – un parere, che mi sembra condivisibile, sul non adottare font monospaziati che utilizzano le legature. Come sempre ci sono poi dei pareri diversi, ma in questo caso mi sembra sia tutto espresso con una certa ragionevolezza e con poco ‘capriccio’;
  • Passwords that make you feel good – trovare una password complessa è un lavoraccio, perché non usare tecniche che gli abbinano anche dei messaggi positivi?
  • Why I won’t buy an iPad: ten years later – Cory Doctorow torna su un suo vecchio articolo in merito all’iPad
  • Il guasto per la provocazione — lettura bonus. Il buon Lucio, da par suo, commenta il precedente articolo. È sempre bello poter leggere due opinioni contrastanti, senza insulti tra le parti;