La storia, secondo gli altri

L’altro giorno, frastornato dai media e dalle terrificanti – ancora una volta si, terrificanti – immagini provenienti da Israele, Gaza e Palestina mi è venuto un pensiero da vero ignorante ™.

Mi sono chiesto, lo studio della Storia in Italia quanto è stato influenzato dalla visione fascista per cui prima dell’impero romano c’era solo barbarie, poi abbiamo conquistato e portato “civiltà” in Europa ed in Asia e poi siamo stati (o ci siamo) distrutti ma comunque tutto ciò che c’è di buono nel mondo proviene dal nostro successo nei primi secoli ‘dopo Cristo’ ?

Paesi come India, Cina, gli estinti abitanti del sud-America, Iraniani, Egiziani, fenici, Greci come vedono la storia dell’uomo partendo dai successi delle proprie nazioni? Quale è la narrazione del mondo al di fuori dei confini italici?

Se sai dove posso documentarmi in proposito, dove mi consigli di andare ad approfondire l’argomento?

one of the most powerful image of 300, the comic from Frank Miller

Letture suggerite del 30 ottobre 2022


Se puoi scegliere di leggere solo uno di questi articoli oggi, non perderti assolutamente quello di Luca.
Volevo anche poi scrivere dell’inutilità di avere un sole cocente alle 6:30 al mattino – frutto del cambio dell’ora – rinunciando alla luce oggi pomeriggio / stasera. Ma ormai pare che io sia tra i pochi ad apprezzare l’ora legale…

Credere obbedire condividere

quando siamo di fronte a qualcuno che ci racconta qualcosa, qualcosa che ha vissuto in prima persona, mettiamoci nell’ordine di idee che quella persona non ci sta raccontando le cose come sono davvero andate. Ci sta “mentendo”.

Ci sta raccontando il suo storytelling della cosa, l’avvenimento al filtro delle sue idee, dei suoi traumi, dei suoi preconcetti, degli stereotipi che ha in testa. Ogni persona è una fonte, ma non della cosa successa: dell’esperienza di essere stati lì, umani, con tutto se stessi.

Fabrizio Venerandi

Consiglio davvero la lettura di questa riflessione di Fabrizio. Utilissima in tempi come questi, dove dopo la ‘narrativa’ della pandemia, si è quasi alla saturazione grazie alla sovrapposizione della narrazione del conflitto Russia / Ucraina (e conseguente fioritura di problematiche economiche, politiche e militari dalle eco inquietanti… tali da non permettermi di vivere serenamente la visione di un telegiornale, specie se di proprietà di un certo personaggio che vive ad Arcore).
Chiudo qui i commenti, e invito chi volesse a commentare sul blog di Fabrizio…

Un’idea di futuro di cui ci si possa innamorare

Abbiamo bisogno di una versione di futuro che ci faccia venir voglia di rimboccarci le maniche per realizzarla.

Francesca Folda

Se la Liberazione ha un senso, è per il futuro che grazie ad essa è possibile costruire. Quest’anno abbiamo 3 date per la ‘liberazione’ dopo la quarantena (e prima della successiva, che è inevitabile avverrà) … direi che la lettura di questo articolo di Francesca Folda su LinkedIn (trovata grazie a Domitilla) è doverosa in questa giornata di Festa Nazionale.

Una storia sulle donne della Silicon Valley

What happens when you tell the history of the birth of Silicon Valley a different way? It offers a map to a generation of young men and women looking for new leadership models.

Cosa succede quando racconti la storia della nascita della Silicon Valley (così come viene percepita oggi nel mondo) in maniera diversa? Offre una mappa alle giovani generazioni di uomini e donne in cerca di nuovi modelli di leadership.

Una. Grande. Lettura.

(in inglese, purtroppo) che racconta storie di donne pioniere nel mondo dell’Informatica. Che davano il loro contributo quando gli attuali leader erano nelle loro culle…

le letture suggerite del 3 Agosto 2015

Riprendo le pubblicazioni dopo un breve periodo di silenzio e un affettuoso richiamo all’attività da parte dell’amico Roberto Marin … Ecco un po’ di letture di argomento vario per riprendere le vecchie, sane, abitudini di curiosare per il web:

le letture consigliate del 10 Luglio, 2015