Cosa fare se il tuo iPhone non viene riconosciuto da iTunes su Windows 10

iphone 6

Mi è capitata una cosa strana recentemente. L’iPhone 5S di un collega, perfettamente aggiornato e già precedentemente sincronizzato con la postazione desktop equipaggiata con Windows 10, non veniva riconosciuto da iTunes (e da Dropbox) al momento della sua connesione tramite cavo USB / Ligthning. Il telefono andava in carica ma risultava (semi)invisibile al sistema operativo.

Semi-invisibile perché, curiosamente, andando in Gestione Dispositivi vedevo tra i vari device un iPhone a seconda che fosse o meno connesso al computer tramite il cavo. Quello che mancava era il driver Apple Mobile Device nell’albero dei dispositivi USB a disposizione del sistema. E questo driver era quello costantemente menzionato nelle guide risolutive del problema del mancato riconoscimento dell’iPhone sui sistemi Windows.
Mi sono quindi messo a caccia della soluzione che, per me, è stata la seguente:

  • Mi sono assicurato di avere l’ultima versione di iTunes e tutti gli aggiornamenti di sistema di Windows 10.
  • Ho quindi raggiunto la sezione Dispositivi e Stampanti del pannello di controllo;
  • ho fatto click con il tasto destro del mouse sull’icone dell’iPhone (elencato in basso come “altro dispositivo”);
  • ho selezionato Proprietà nel tab Hardware cos’ visualizzato;
  • quindi ho selezionato Cambia Impostazioni;
  • Selezionato il tab relativo ai driver e scelto la voce Aggiorna Driver;
  • qui ho selezionato la voce che mi ha chiesto di cercare il driver già presente nel mio sistema, e quindi la finestra di ricerca del percorso dove fosse disponibile;
  • infine sono andato a selezionare il percorso C:\Program Files\Common Files\Apple\Mobile Device Support;
  • quindi ho proseguito l’installazione andando a reinstallare il driver Apple Mobile Device USB nel mio sistema, corrotto per chissà quale motivo!

Una nota: non selezionate l’omonima cartella presente in C:\Program Files (x86)\Common Files\Apple\Mobile Device Support se il vostro è un sistema a 64bit!

Lavorando con un iPad

Parlare di Windows, dunque, significa confrontare un OS unico con due OS separati, le cui funzioni esso riassume e svolge in maniera non voglio dire egregia ma quanto meno efficiente. Mentre su iOS fare una cosa minimamente più “da desktop” significa ancora fare contorsioni dolorose. C’è chi ama farle, tra automazioni e macro che richiedono ore di pianificazione strategica, ma è lo stesso atteggiamento di chi si fustiga per fede. Che glielo vuoi vietare? Io non ho la loro pazienza. O forse mi manca l’agilità di piegarmi io al non-OS dell’iPad. Non chiedetevi cosa può fare un iPad per voi! Chiedetevi cosa potete fare voi per lui! Io intanto mi chiedo se quel dispositivo stupefacente che sento descritto nello spot serale dell’iPad Pro (“aaah, se il tuo computer fosse un iPad Pro”, più o meno) sia davvero un iPad e non un Surface, che invece in quella descrizione mirabolante più ci potrebbe rientrare.
Gustomela su Medium: Cosa mi piace di Windows 10, e cosa no

le letture suggerite del 21 Febbraio 2016

linklog-logo-transparent

Io e l’aggiornamento a Windows 10

Windows-10_upgrade_request

Geniale quest’immagine … racconta perfettamente l’esperienza d’uso che gli utenti consapevoli provano leggendo le continue richieste di aggiornamento di Windows 10. Coloro che sono ignari di cosa li aspetta, invece … beh! dovrebbero cominciare a preoccuparsi!